Patologie della Pleura

 

 

 

 

MESOTELIOMA  top

Il mesotelioma è una neoplasia che origina dal mesotelio, lo strato di cellule che riveste le cavità pleurica. La quasi totalità dei casi attualmente rilevati è correlata all’esposizione alle fibre aerodisperse dell’amianto (asbesto), con una latenza temporale particolarmente elevata, di 15-45 anni. Più di ogni altro tipo di tumore, i mesoteliomi vanno trattati in maniera personalizzata, valutati caso per caso, in funzione dell’estensione raggiunta dalla malattia al momento della diagnosi, della sua aggressività, della sua localizzazione, ma anche in funzione dell’età e delle condizioni generali del paziente.

In taluni casi si ritiene conveniente limitarsi a un intervento di tipo palliativo, la pleurodesi chimica, con la semplice aspirazione del versamento polmonare consensuale e l’iniezione di talco per prevenirne la riformazione. Questo trattamento aiuta a migliorare la qualità di vita, ma non incide sulla sopravvivenza. In altri casi si può effettuare una rimozione chirurgica dell’intera pleura, la pleurectomia, senza rimuovere il polmone: un intervento relativamente semplice, che consente di eliminare il 90 per cento della malattia presente. In altri casi ancora trova indicazione una chirurgia radicale, con l’asportazione dell’intera pleura e degli organi contigui, dal polmone, al diaframma e al pericardio. Con questa tecnica i tassi di sopravvivenza a cinque anni sono migliorati, seppure l’intervento, così demolitivo, richiede una riabilitazione lunga con lenti tempi di recupero.

 

VERSAMENTI PLEURICI  top

Il versamento pleurico è un accumulo di liquido nello spazio compreso tra le due pleure in eccesso rispetto alle quantità fisiologiche. Può essere dovuto fondamentalmente o ad un eccesso di produzione di liquido o ad un mancato riassorbimento del liquido naturalmente prodotto. Le cause possono essere benigne (polmoniti batteriche o virali, empiema, insufficienza cardiaca, cirrosi epatica) o maligne (tumori del polmone, localizzazioni pleuriche o polmonari di neoplasie di origine non polmonare). Talvolta, nonostante la terapia farmacologica, la persistenza del versamento necessita un trattamento chirurgico come la toracentesi, il posizionamento di un drenaggio toracico o a una pleurodesi chimica (nebulizzazione di talco sterile ) con tecnica VATS (toracoscopica).

 

PROCEDURE CHIRURGICHE SULLA PLEURA  top

-  Decorticazione pleurica: Rimozione chirurgica di una cotenna pleurica che limita l’espansione del polmone. Si effettua in anestesia generale e  per via toracotomia.

-  Pleurectomia: rimozione della pleura parietale che favorisce la fibrosi tra pleura viscerale e parete toracica.

-  Pleurodesi chimica: Insufflazione di talco sterile nella cavità pleurica che mira allo sviluppo di una pleurite chimica per favorire l’aderenza dei due foglietti pleurici e la scomparsa del cavo pleurico, impedendo lo sviluppo di una recidiva di versamento.

 

 LA VIDEOTORACOSCOPIA

Costituisce una procedura chirurgica che consente di eseguire manovre che un tempo si praticavano soltanto a “cielo aperto”: l’accesso alla cavità toracica si ottiene mediante il posizionamento attraverso gli spazi intercostali di un solo trocar (nei casi selezionati in cui sia possibile effettuare l’intervento attraverso una unica piccola incisione – Single port) o di due-tre trocar  (cannule attraverso cui si inseriscono un’ottica o toracoscopio e gli strumenti di lavoro quali pinze, forbici, uncini coagulatori, suturatici meccaniche).  Il toracoscopio è uno strumento connesso ad una sorgente di luce ed una telecamera, che consente la visualizzazione del campo operatorio su di un monitor. In anestesia generale, viene impiegata una ventilazione artificiale con tubo a doppio lume per escludere dalla ventilazione il polmone su cui si interviene, mantenendo ventilato il controlaterale.

La videotoracoscopia viene impiegata a scopo diagnostico o terapeutico.

Utilizzo della VATS a scopo diagnostico:

-  Biopsia polmonare per nodulo solitario di natura da determinare

-  Biopsia polmonare per interstiziopatia di natura da determinare

-  Biopsia pleurica

-  Biopsia di massa mediastinica

-  Stadiazione linfonodale per neoplasie maligne polmonari o esofagee

-  Diagnosi di versamento pleurico di natura da determinare

Utilizzo della VATS a scopo terapeutico:

-  Asportazione di neoplasie benigne o maligne pleuriche e polmonari

-  Resezione di bolle enfisematose nel trattamento dello pneumotorace spontaneo.

-  Pleurodesi, pleurectomia

-  Toilette di empiema pleurico

-  Simpaticectomia toracica

Il vantaggio principale della videotoracoscopia  consiste nella notevole riduzione del dolore postoperatorio e del disagio funzionale, con una più rapida ripresa delle attività quotidiane.